Agricoltura sociale e biodinamica: al via la Summer School!

Una nuova opportunità formativa nell’ambito dell’agricoltura sociale e biodinamica si svolgerà quest’anno, a partire dal 26 Giugno fino al 5 Luglio 2015 a Viterbo dove saranno coinvolti i massimi esperti nazionali del settore: si parla della Summer School su Agricoltura Sociale (dal 26 al 30/6) e “Agricoltura Biodinamica” ( dal 1 al 5/7).

Questi corsi sono stati organizzati dalla Slow Food di Viterbo con la partecipazione della Slow Food Village e la nona edizione di Caffeina Cultura.

La data ultima per potersi iscrivere è il 15/6/2015 e questa iniziativa prevede il patrocinio dell’Università degli Studi della Tuscia, della Camera di Commercio di Viterbo e Ai Care, Università degli studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e di Slow Food Italia; tra i partecipanti ci saranno esperti italiani del settore dell’agricoltura sociale che apporteranno il loro know-how così da poterli lanciare in questo nuovo settore. Saranno previsti approfondimenti in aula e visite guidate a vere strutture agricole così da poter vedere realmente cosa significhi fare agricoltura biodinamica e sociale.

A chi è rivolto il corso?

Il corso formativo si svolgerà presso la sede del CeFAS di Viterbo ed è rivolto prettamente a studenti universitari, liberi professionisti operanti nel settore agrario, imprenditori agricoli e tutti coloro che desiderano approfondire le nuove tecniche e le conoscenze agricole.

Per avere maggiori informazioni sul programma, sui relatori e per potersi iscrivere, visitate il sito: www.cefas.org.

L’agricoltura sociale in questi ultimi anni si sta sempre più diffondendo e nei nostri articoli ne parliamo ampiamente; in questo caso, si fa riferimento a veri percorsi formativi di accoglienza verso persone svantaggiate ed è proprio in questi ultimi anni che questo settore sta concentrando gran parte della potenzialità su questo specifico gruppo di persone.

L’agricoltura biodinamica, invece, è nata grazie ad un gruppo di agricoltori tedeschi negli anni ’20 dove iniziarono a mettere in pratica alcuni principi molto importanti: l’agricoltura sana ed eco-sostenibile. Preoccupati già da allora dei probabili effetti negativi col passare del tempo, iniziarono a sperimentare la fertilità sul terreno, la vitalità del seme e su come produrre sempre un buon alimento genuino.
Il metodo biodinamico prevede che il terreno venga mantenuto sempre fertile e strutturato, grazie alla partecipazione del suolo con le acque, piante, animali ecc..; gli organi essenziali per far funzionare questo ciclo.

Queste sono solo alcune anticipazioni degli obiettivi del corso; se avete intenzione di partecipare ricordate che mancano pochissimi giorni!! Il 15 Giugno è l’ultima data disponibile per le iscrizioni; mi raccomando, cari agricoltori, non potete mancare a questo evento!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares