mail: info@agricoltura-sociale.it

Percorsi di formazione

lavoro in fattoria sociale

Percorsi di formazione, l’agricoltura sociale incontra la comunità

Uno dei compiti più stimolanti affidati a chi si occupa di agricoltura sociale è quello di poter organizzare percorsi di formazione utili a far conoscere e avvicinare al settore la più ampia parte della comunità.

Il target favorito, è rappresentato da bambini e giovani i primi perché possono godere dei benefici del contatto con la natura e migliorare l’apprendimento di materie scientifiche sperimentando direttamente, mentre  i giovani interessati ad un percorso lavorativo a contatto con l’ambiente, potranno usufruire di tirocini, borse di studio  in una grande varietà di settori e conoscere, per chi magari non ha avuto modo ancora di sperimentarlo, il mondo del lavoro anche in età scolastica.

Lavorare per l’agricoltura sociale

 Di quali operatori ha bisogno il settore dell’agricoltura sociale? Vediamo insieme i percorsi di formazione da intraprendere per lavorare nel settore:

  • Una formazione in discipline psico-sociologiche che da il corretto approccio per potersi occupare di persone con disabilità fisiche o psichiche, argomento spesso sottovalutato;
  • Fisioterapisti, figura fondamentale per affrontare nella pratica le terapie riabilitative fisiche
  • Esperti agronomi, coloro che hanno affidata la gestione delle coltivazioni e gli eventuali interventi di recupero del territorio.
  • Esperti in energie rinnovabili: il basso impatto ambientale è vitale per la salvaguardia dell’ecosistema e l’utilizzo oculato dell’energia è uno degli obiettivi portati avanti da chi pratica agricoltura sociale.

percorsi formativi nell'agricoltura socialeFare formazione e organizzare percorsi di formazione è una delle molteplici attività messe in opera dalla Fattoria Didattica Il Rosmarino, che dal Veneto propone percorsi formativi per operatori equestri, costruzione di forni a legna, agricampeggi e scuole di ciuchineria, un percorso per avvicinare i bambini alla cura degli asini. Anche l’associazione Agricoltura Sociale Mantova, collegata al centro polivalente Bigattera, si prende cura di categorie disagiate e si occupa dei percorsi di formazione  in vari settori, con personale altamente qualificato: percorsi triennali, individuali ed anche socio-educativi.

Negli ultimi anni stiamo assistendo anche al fenomeno della creazione di start-up agricole soprattutto da parte di giovani si reinventano una professionalità mettendo a disposizione le loro conoscenze di marketing, economia e ingegneria nella rilevazione di aziende agricole. In questo specifico caso si assiste all’unione di vecchio e nuovo: il giovane, fornisce nuova linfa alla gestione delle attività rinnovando gli impianti e lavorando sull’immagine del settore, mentre la dirigenza è affidata all’esperienza dei più anziani; ecco, si può dire più che dei percorsi di formazione.. una vera novità nel settore!

Si crea così un legame speciale tra conservazione e innovazione due termini ricorrenti nell’agricoltura sociale, la capacità di unire tradizioni antichissime alla modernità delle strutture.

Shares